Covenat, il mio quasi ultimo acquisto

 :: Forum :: Gdr

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Covenat, il mio quasi ultimo acquisto

Messaggio Da Antonio il Gio Mag 07, 2009 6:16 pm

ciao!

finalmente faccio un post interessante e non bla bla bla su una teoria di giochi che non riesco mai a giocare

mi sono cattato Covenat ultimo e primo gioco tradotto dalla Coyote Press

il costo del volume è di 13 euro compreso spede di spedizione. la spedizione ha richiesto circa 20 giorni ma alla fin fine è arrivato e sono 60 pagine veramente fighe

il formato è il classico A5 dei manuali NW e devo dire che parte subito bene perché me lo porto dietro e me lo leggo comodamente rispetto ai manuali cartonati WW (fighi quanto si vuole, ma decisamente ingombranti)

la grafica è bella. semplice e chiara l'immagine di sfondo delle pagine e belle le immagini interne anche se i disegni non sono proprio i miei preferiti in assoluto. diciamo che hanno un bell'effetto e aiutano a valarsi nell'ambientazione

il gioco parla di cospirazioni. i pg sono appartenenti ad una cellula di una organizzazione segreta che sta aspettando la fine del modno, l'apocalisse....
il problema è che l'apocalisse non arriva (se l'aspettavano nel 2000 e invece il capodanno passa e non succede nulla) e quidni la setta (Alleanza) inizia a implodere su se stessa mostrando le sue dispute interne e le divisioni tra le varie fazioni. ognuno diciamo scoraggiato da una certezza rivelatasi vana inizia a pensare al proprio tornaconto ed hai suoi interessi. Ovvimanete l'Alleanza ha le mani in pasta con tutti i governi del mondo ed è potentissima che al confronto l'Opus Dei gli fa un baffo Razz:P:P Very Happy

le prime 15 pagine descrivono la setta e la sua organizzazione più le fazioni e sottofazioni interne per dare un idea ai giocatori che tipo di pg fare. le descrizioni sono dettagliate in modo da avere una chiara idea del tipo di ambientazione che si vuole ottenere, ma lasciano un buono spazio alla customizzazione da parte dei giocatori che non si vogliono sentire troppo legati a degli schemi prefissati

poi si parte con la preparazione al gioco. come ho detto i pg sono apparteneti ad una cellula della setta (normalmente le cellule non si conoscono fra di loro e appartenenti alla stessa cellula potrebbero anche avere missioni personali in conflitto tra loro) e quindi i giocatori isieme al Direttore (il GM) costruiscono la cellula

la cellula deve avere delle convenzioni (ad esempio: non bisogna fidarsi dei superiori) e dei temi (es:simbilismo cristiano)
scelti questi (anche più di uno si decide lo scopo l'ubicazione e il nome della cellula e si trovano una serie di png importanti che ruotano intorno alla cellula

a questo punto si creano i pg:

scelto il tipo di pg che si vuole fare (es: un ex militare guardia del corpo) si decidono per prima cosa le sue certezze (es: le armi risolvono tutto) e poi si riempie il crogiolo. nel crogiolo vanno tutte le persone che ruotano intorno al pg e questo è diviso in tre sezioni (EGO, SOCIETà e FAZIONE)
in questo modo il Direttore saprà chi sono i png importanti per ogni personaggio e anche come sono le relazioni che questi png hanno con il pg stesso

a questo punto si scelgono vantaggi (sono bravo con tutte le armi) e le relazioni (che possono indicare amici o nemici e che spesso sono prese dal grogiolo stesso)
vantaggi e relazioni saranno usati nei conflitti

infine si scelgono le conseguenze cioé qualcosa che è rimasto al pg come conseguenza di precendeti conflitti nel bg del pg.

come vedete non ci sono ne tratti né abilità ma la costruzione del pg è totalmente legata alle sue caratteristiche principali. ah mi dimenticavo che il pg potrebbe avere pure degli scopi diversi da queli della sua cellula....anzi quasi sicuramente li avrà

il manuale prosegue spiegando che il gioco si svolge a scene fino a completare dei capitoli della storia (normalemente formata da tre capitoli). spiega anch molto bene come costruire le scene e quali sono le scene migliori e quelle che invece non vale la pena di narrare e così via.

poi viene la parte della risolluzione dei conflitti. a me sembra un fortune in the middle with teeth, ma non sono sicuro.

stabilito che c'è un conflitto entrambi i pg o png che partecipano al conflitto descrivono quello che fanno e la posta che vogliono e tirano 3 dadi. vince la posta chi riesce fa il numero più alto (si conta solo il dado maggiore). a questo punto ognuno può usare relazioni vantaggi a conseguenze per modificare il tiro aggiungendo dadi ritirando i valori bassi o togliendo i dadi all'avversario. ovviamente ogni utilizzo devve essere narrato e la narrazione entra in gioco subito senza che nessuno la possa negare (è previsto come suggerimento la possibilità di vetare laddove non piaccia proprio la narrazione)
si può utilizzare anche i temi e le convenzioni se si riesce a metterli nella narrazione. proprio per questo il risultato finale e l'evolversi del conflitto sono molto difficile da intuire all'inizio.

poiché i conflitti possono essere in ambito fisico/sociale/altro chi perde un conflitto in un ambito può richiedere subito un conflitto in un altro ambito anche con la stessa posta. altrimenti se vuole mantenere l'area precedente deve cambiare la posta e accettare le conseguenze del precedente conflitto

chi perde infatti oltre a perdere la posta e beccarsi la narrazione dell'altro di come si conclude il conflitto deve anche beccarsi altre conseguenzeche gli rimarranno sul groppone per un po' di tempo.

ci sono altre cosette interessanti sul finale dei conflitti ma il succo è quello descritto

l'ultima parte del manuale è dedicata al Direttore e ad una serie di consigli per lui su come gestire la sessione e su come utlizzare le schede di cellula e pg per creare le scene

sul finale viene messa anche una trascrizione di gioco che fuga gli ultimi possibili dubbi sul regolamento

devo dire che oltre alla piacevole lettura il gioco sembra molto chiaro e ben fatto e non vedo l'ora di poterlo provare

ora mi vado a leggere Annalise, ma quello mi ci vorrà un po' per finirlo

spero che il resoconto sia leggibile, non vuole essere una recensione ma solo una vaga spiegazione su un gioco secodno me decisamente valido

ciao ciao
Antonio
avatar
Antonio

Età : 37
Location : Padova
Data d'iscrizione : 27.04.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Covenat, il mio quasi ultimo acquisto

Messaggio Da Leandro il Gio Mag 07, 2009 8:38 pm

Prima una facezia ..
antonio ha scritto:
mi sono cattato Covenat
cos'è una bomba? Attento che non ti esploda nel c...! Fine facezia! Grande Elio dei primi tempi!

Secondariamente parte seria:

l'ambientazione mi sembra interessante, più interessante di CnV per capirsi.
La creazione del personaggio mi pare simile a Solar System è da vedere se quaglia col gioco. Ad esempio in Solar System mi pare un po' debole, però è facile da capire.
L'idea di perdere un conflitto in un ambito e chiederne un'altro subito dopo in un ambito diverso è interessante però vorrei vederlo alla prova di un giocatore "poco" intelligente ovvero che usa i rilanci solo per ottenere una cosa che magari non si può ottenere (ad esempio Solar System presta un po' il fianco a ciò)

A corollario
antonio ha scritto:fortune in the middle with teeth
non è un termine comprensibile da tutti giocatori e frequentatori del forum, e poichè questo non è un forum forgita e non ci si deve sentire obbligati a leggere la teroria, per di più non tutti hanno giocato a CnV che è sempre FitMwT, io propongo di usare questi termini di spiegarli anche.
Che valga la pena creare un forum glossario? So che mi avete già detto di no, però io ci riprovo...Razz

Infine...la lettura di questo gioco ti obbliga a masterizzarlo al prossimo Utopia R! Very Happy

_________________
Mirò, quasi in teatro od in agone,
l'aspra tragedia de lo stato umano:
i vari assalti e 'l fero orror di morte,
e i gran giochi del caso e de la sorte.

Avatar: Rogier Van der Weyden (1400 circa - giugno 1464) - "San Michele pesa la anime"
particolare dal polittico del "Giudizio universale" (anno 1450-51) - Hotel Dieu, Beaune
avatar
Leandro
Admin

Data d'iscrizione : 10.03.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Covenat, il mio quasi ultimo acquisto

Messaggio Da Antonio il Ven Mag 08, 2009 6:06 am

Leandro ha scritto:
La creazione del personaggio mi pare simile a Solar System è da vedere se quaglia col gioco. Ad esempio in Solar System mi pare un po' debole, però è facile da capire.
L'idea di perdere un conflitto in un ambito e chiederne un'altro subito dopo in un ambito diverso è interessante però vorrei vederlo alla prova di un giocatore "poco" intelligente ovvero che usa i rilanci solo per ottenere una cosa che magari non si può ottenere (ad esempio Solar System presta un po' il fianco a ciò)

diversamente dal solar system non c'è un sistema di abilità. nel solar le abilità sono molto simili a quelle che usi nei giochi WW.

qua ci sono solo vantaggi che sono simili ai secret e le relazioni che possono essere viste come alleati. poi le conseguenze che indicano in qualche modo il passato del pg mi pare che nel solar siano assenti (ad esempio si può mettere come conseguenza "ferita al braccio" e questo si ripercuoterà sempre sul pg nel corso del capitolo)


sul fatto del solar fiacco non so. lo ho solo letto e non mi ha dato questa opinione ma sicuramente lascia spazio a molti tipi di gioco diversi

qua il cambio di ambito può essere capito con l'esempio di due che si rincorrono (poliziotto e ladro). se uno dei due perde e magari diciamo che viene preso dall'altro può provare a cjhiedere un conflitto per convincerlo a parole. o viceversa. ovviamente ci deve essere crdibilità in un nuovo conflitto e non risultare vuoto di contenuti.


A corollario
antonio ha scritto:fortune in the middle with teeth
non è un termine comprensibile da tutti giocatori e frequentatori del forum, e poichè questo non è un forum forgita e non ci si deve sentire obbligati a leggere la teroria, per di più non tutti hanno giocato a CnV che è sempre FitMwT, io propongo di usare questi termini di spiegarli anche.
Che valga la pena creare un forum glossario? So che mi avete già detto di no, però io ci riprovo...Razz

lo ho messo per chi come Suna sta cercando sempre sistemi di questo tipo. poi descrivo il sistema di conflitti quindi non penso che fosse necessario capirlo per leggere la mia descrizione del gioco

cmq---> http://indie-rpgs.com/_articles/glossary.html per le varie definizione come fortune in the middle, per i denti però non saprei bene cosa scrivere con parole mie Smile sorry


Infine...la lettura di questo gioco ti obbliga a masterizzarlo al prossimo Utopia R! Very Happy

boh ance sì!

ciao ciao
Antonio
avatar
Antonio

Età : 37
Location : Padova
Data d'iscrizione : 27.04.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Covenat, il mio quasi ultimo acquisto

Messaggio Da Suna il Lun Giu 15, 2009 11:29 am

Allora è deciso, neh? Lo porti a UR?
Se sì ti pregherei di indicarlo nella sezione apposita: http://utopia.forumattivo.net/utopia-r-f1/i-giochi-di-ur-t45.htm
Non vedo l'ora di provarlo!
avatar
Suna

Location : Shangri-L.A.
Data d'iscrizione : 21.04.09

Vedi il profilo dell'utente http://www.chiseledgear.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Covenat, il mio quasi ultimo acquisto

Messaggio Da Antonio il Lun Giu 15, 2009 12:24 pm

temo di non esserci a UR sicuramente il 9 parto per lavoro e l'8 è difficile sapere dove sarò Sad
avatar
Antonio

Età : 37
Location : Padova
Data d'iscrizione : 27.04.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Covenat, il mio quasi ultimo acquisto

Messaggio Da Suna il Lun Giu 15, 2009 1:16 pm

noooooooooooooooooooooooooo ç_____ç
proprio quando stavo riuscendo a invitare i ragazzi di Narrattiva e Janus...
avatar
Suna

Location : Shangri-L.A.
Data d'iscrizione : 21.04.09

Vedi il profilo dell'utente http://www.chiseledgear.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Covenat, il mio quasi ultimo acquisto

Messaggio Da Leandro il Lun Giu 15, 2009 1:43 pm

(Intanto buon ononmastico appena passato ad Antonio)

Peccato Antonio, purtroppo le date in agosto così son sempre a rischio...ma cmq ci sarà tempo per rifarsi.
Ma non cedere Suna...invita invita!

_________________
Mirò, quasi in teatro od in agone,
l'aspra tragedia de lo stato umano:
i vari assalti e 'l fero orror di morte,
e i gran giochi del caso e de la sorte.

Avatar: Rogier Van der Weyden (1400 circa - giugno 1464) - "San Michele pesa la anime"
particolare dal polittico del "Giudizio universale" (anno 1450-51) - Hotel Dieu, Beaune
avatar
Leandro
Admin

Data d'iscrizione : 10.03.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Covenat, il mio quasi ultimo acquisto

Messaggio Da Suna il Lun Giu 15, 2009 3:32 pm

Ovvio che non cedo... al sonno, almeno per ora Razz
Come Fealoro ben sa, siamo belli che attivi. Penso che ci siano buone probabilità che almeno qualcuno di Janus (oltre a me) partecipi...
Peccato per Covenant, però, mi ispirava parecchio.
avatar
Suna

Location : Shangri-L.A.
Data d'iscrizione : 21.04.09

Vedi il profilo dell'utente http://www.chiseledgear.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Covenat, il mio quasi ultimo acquisto

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 :: Forum :: Gdr

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum